Skip to content

2 parole

8 aprile 2012

Solo 2 parole:

BUONA PASQUA!!!!!

… E in 2 parole c’è l’Universo del tutto.

Un pensiero affettuoso a chi

  • non ha gioia perchè gliel’hanno rubata
  • non ha parola perchè gliele hanno tolte
  • non ha luce perchè gli hanno detto che la luce non c’è
  • non ha speranza perchè gli hanno detto che è solo illusione
  • non ha tempo perchè in lotta con sé stesso

A tutti queste persone altre poche parole per dire che:

  • la Pasqua non si riduce ad oggi
  • la Pasqua è un Natale per sempre e nella quotidianità
  • la Pasqua sono occhi nuovi che già da domani funzioneranno bene
  • la Pasqua è tutto il tempo che si contrae e di estende
  • la Pasqua non è una speranza disperata, ma il Corpo della Speranza presente
  • la Pasqua va oltre, sempre oltre.

 

Annunci
10 commenti leave one →
  1. 8 aprile 2012 09:05

    Una buona Pasqua ad Anna e Nicodemo, dalla notte alla Luce!

  2. Nicodemo (di notte) permalink*
    8 aprile 2012 14:36

    Auguri, buona Pasqua di resurrezione ! 🙂

  3. Lorenz permalink
    10 aprile 2012 12:01

    La Pasqua va davvero sempre oltre, Anna.
    Però, paradossalmente, pure la Pasqua non ci basta a cambiare.
    Nemmeno sapere che Gesù è vivo davvero e per sempre ed è qui con noi ci basta.
    D’altra parte, pure gli apostoli, che lo avevano visto, che avevano subito lo choc di toccarlo, sentirlo, vederlo mangiare e bere di nuovo, restarono rinserrati e pieni di paura e
    di incertezze dietro la porta sbarrata del cenacolo. E anche Maria, con loro.
    Morale: non basta la fede, non basta l’incontro personale con Gesù risorto.
    Ci vuole una lavata di capo dello Spirito per spalancare le nostre porte e sbatterci fuori a vivere e a spenderci ( ognuno rigorosamente là dove si trova) per il nostro Amico e Fratello.
    Pasqua è davvero l’Universo del tutto.
    Ma il rischio è che ci lasci ancora e sempre spettatori.
    L’attesa( snort) non è finita, chiediamo (in fretta! se si puo’) il fuoco che ci mandi in fiamme… senza poi correre agli idranti, però.
    Buona Pasqua anche a te.

    • 10 aprile 2012 13:45

      Sì, sempre oltre. Oltre anche la nostra sensazione di inadeguatezza e di timore (degli altri) che sono poi i motivi – penso – per cui gli Apostoli si sono chiusi in casa.
      C’è da dire, però, che è stato Gesù stesso a dire loro di “aspettare lo Spirito Santo”, quindi loro se ne stavano in casa con timore, certo, ma anche in attesa.

      Ci vuole fegato per annunciare e ci vuole saggezza anche perchè è facile cadere nel fanatismo o bigottismo: lo Spirito Santo è “anche” questo.

      Il soffio (a volte pure uno starnuto pare) spinge esattamente dove si deve andare e noi ci andiamo nonostante noi stessi (spesso ci diamo del deficiente terminale).
      Ecco il fuoco che forse incendierà, di certo scalda e di questo “calore” noi siamo testimoni.

      E sì, siamo sempre spettatori (preti compresi) perchè se così non fosse ci prenderemmo la briga di capire (e – per i preti – attuare) tutti i segni della Pasqua che la Liturgia nella sua saggezzza e sapienza ci mette a disposizione ogni anno ed ogni anno puntualmente disattese.
      Ad esempio, a parte i liturgisti, chi sa che è l’unica celebrazione (quella della Veglia Pasquale) in cui vengono rimossi tutte i Crocifissi.
      Neppure la logica tiene e nessuno si chiede come mai anziché la croce astilo, nella processione di ingresso e dalla porta principale, viene portato il Cero Pasquale del Fuoco nuovo.

      Mah, ci vuole pazienza e sperare davvero che il soffio dello Spirito Santo soffi su di noi, su di me soprattutto.

      • Lorenz permalink
        10 aprile 2012 15:07

        Sì, ci vuole fegato e ci vuole saggezza.e chiediamoli entrambi .. ma nel caso mio, quello di un normalissimo laico, piu’ che per ” annunciare”, mi servirebbero per il modo di vivere e per la vita di ogni giorno…:)

  4. 10 aprile 2012 16:11

    Ma è proprio questo l’ “annunciare”, Lorenz! 😮
    E’ il nostro modo di vivere la vita di ogni giorno … basta guardare il Santo Curato d’Ars

  5. Lorenz permalink
    10 aprile 2012 16:31

    Oh…Allora ci intendiamo a meraviglia!!!

  6. Guido permalink
    11 aprile 2012 13:16

    Salmo 121
    Alzo gli occhi verso i monti:
    da dove mi verrà l’aiuto?
    Il mio aiuto viene dal Signore
    che ha fatto cielo e terra.

    Buona Pasqua

    http://tvimmacolata.net/videoimmac/visualizzavideo/200/salmo-121-cantato-dal-piccolo-coro-dellantoniano-e-ragazzi-della-terra-santa.html

    Buona Pasqua a tutti

  7. Lorenz permalink
    11 aprile 2012 16:35

    Ecco, Anna, giusto… peccato che io non sia nè santo, nè curato nè viva ad Ars!!!
    Scherzo, ovviamente: ho capito il messaggio.

    E, Guido: l’unico aiuto , l’unico possibile, l’unico vero,viene effettivamente da lì.

    Buona Pasqua, buona pasqua, buona pasqua !!

  8. 12 aprile 2012 00:53

    Per rimanere nello scherzo, Lorenz, ti diro che:
    è vero non sei santo, neppure curato e tanto meno vivi ad Ars, ma ,,,,
    forse è il Santo Curato d’Ars ad essere (stato) come te.

    La Pasqua è questo: gente normalissima, magari neppure troppo dotta, che camminano verso la santità.

    Uomini paurosi in cui si insinua la tentazione di “non essere degni”. Non lo siamo difatti, ma siamo STATI RESI DEGNI dallo Spirito Santo … lo Spirito di Gesù Risorto che mica si è scordato di essere “anche” uomo.

    Buona Pasqua, Buona Pentecoste, Buona …. Epifania.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: