Skip to content

Segni

25 gennaio 2012

(devo correre a stirare e a fare un altro paio di lavori, quindi mi si perdonerà se ci sarà qualche errore nel testo …più di quelli che normalmente ci sono)

Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno

Bello vero?

Ma quanti di noi hanno visto questi segni che accompagnano i credenti?

Anche uno solo, ma chi l’ha mai visto?

Quindi nessuno è credente?

Impensabile.

Allora che vorrà dire Gesù per noi oggi?

Azzardo una cosa che mi è venuta in mente: se sostituissimo con la parola “peccato” (di ogni genere) ogni accidente o problema che questi segni risolvono?

scacciare demoni (peccato) che è la confessione

parlare lingue nuove ( per il peccato di incomprensione), una lingua che tutti intendono e che parla direttamente al cuore

prenderanno in mano i serpenti: il peccato può anche avvicinarsi ma non recherà alcun danno profondo al credente

bere qualche veleno (il peccato vero e proprio compiuto)

imporre le mani ai malati: il peccato della disperazione, dell’infermità della speranza.

Se la mettiamo in questo senso allora di credenti credibili ce ne sono davvero tanti e tutti “garantiti”, D.O.C.

L’ho buttata lì proprio come è affiorata alla mia mente nel tentativo, anche, di dissuadere chi si aspetta sempre cose ed esperienze eccezionali dal cristiano.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. ROMEO permalink
    26 gennaio 2012 12:54

    Della frase del Vangelo da te citata, io sottolinerei quel ” nel mio nome…..”, io penso che sia la chiave per tutto il resto. Pietro al paralittico che cosa ha detto? Io non ho ne oro ne argento però in nome di Gesù Cristo, alzati e cammina. C’è la presenza dell’umiltà e della onestà (tutto quello che ho, se ho qualcosa, è perchè mi viene donato), desiderio di farsi strumento di Gesù Cristo, Il nome di Gesù Cristo che ha vinto il mondo, l’Amore che è presente in ogni essere vivente e che può tutto se c’è la sincera volontà ad essere guarito dalla propria infermità causa dei propri errori e la coscienza di tutto ciò.
    Questo è il mio pensiero in merito attendo altri pensieri di luce.
    Grazie.
    Romeo.

  2. 26 gennaio 2012 13:50

    Certo Romeo è tutto vero quello che hai scritto.
    Il post era un po’ “dedicato”:

    a quelli che si aspettano cose dell’altro mondo 😀 dai cristiani;

    a quelli che sono cristiani e si chiedono “ma come mai non succedono queste cose? Eppure lo vorrei tanto per tanta pena che mi fanno certe situazioni”;

    a quelli che si rifugiano in spiritualità alternative che fanno vedere e vedono segni eccezionali ovunque e che vivono solo in attesa di questi;

    a quelli che pensano che Dio sia un mago con magie spettacolari

    ed a quelli che davvero leggendo questo Vangelo concludono di non essere credenti.

    Le uniche visioni che sono concesse a tutti sono

    una visione della vita molto diversa
    una visione del cuore umano piena di misericordia
    una visione del bene ed anche del male
    una visione chiara (per quanto possibile) che porta ad un’azione che viene generata dalla preghiera piena di cuore

    Insomma, per tutti coloro che vorrebbero, ma non possono.
    I miracoli li possiamo fare tutti attraverso quano tu dici.

  3. 9 febbraio 2012 08:56

    meno male che avevi roba da stirare…
    Grazie!
    Tanino

  4. 19 febbraio 2012 12:51

    io sono fermamente convinto ke parekki vedono e ricevono pensieri di apertura,vengono indicate strade da percorrere,oggi abbiamo tanti veggenti nel mondo,ecco qsti sono coloro ke fungono da apri pista,i messaggi ke vengono diffusi nel mondo attraverso i prescelti servono a prepararci,i bambini ke stanno nascendo o ke sono nati da poco tempo hanno la conoscenza e la luce dentro qlla luce ke skiarirà la nstra mente rendendola ricettiva è pronta per le meraviglie ke ci aspettano sapendo ke con esse anke cose tremende accadranno.Ma so anke di stare attento perke dietro a ciò potrebbe celarsi il maligno,qll anti CRISTO ke vorrebbe vincere la guerra dopo millenni di battaglie.Lo stesso maligno ke al momento si trova all apice della sua qsi massima potenza ke sino ad ora ha causato tutto qsto male ke sta adombrando qsto pianeta.Il nstro creatore non permetterà un annientamento dell umanità,penso il tempo sia compiuto per dividere il bene dal male respingendo qstultimo scacciandolo da dove è venuto per volere del creatore.Sono certo ke tanti hanno senzazioni nuove,tanti si sentono spinti verso una strada difficile da percorrere ma unica.So di certo ke non ci sarà nessuna fine del mondo,cosi come la si immagina,ma più del 50% dell umanità scomparirà,a causa di ciò mi kiedo spesso”Perkè in qsto ipotetico 50% non vi sarà l intervento del creatore,come mai eventi catastrofici naturali non saranno guidati dal nstro creatore?In qsto 50T% ke perirà non sarà fatta differenza tra buoni e cattivi?Tra adulti è bambini?So di certo ke avremo risposta anke a ciò,soltanto ke lo capiremo in breve distanza di tempo con l evento stesso.Ciò a sottolineare ke anke dopo e prima di qsto cambiamento GLOBBALE,il mistero delle fede sarà sempre tale,anke se avremo una coscienza elevata a uno stadio successivo ke mai e poi mai avremmo potuto percepire prima di qsto nuovo evento.Qsto disegno del creatore è cosi universale,cosi annunciato e preparato ke mentre tu ke stai leggendo qste righe dovresti sentire come di averle sempre sapute,ki più ki meno,è la stessa cosa di qndo nella vita abbiamo scelto,abbiamo sempre saputo qle è qlla giusta,ma non sempre labbiamo seguita.

  5. ROMEO permalink
    20 febbraio 2012 08:38

    Ciao Nicola, ho letto il tuo commento e non mi sento ne di approvare ne di condannare ciò che hai scritto perchè, secondo me c’è un pò di tutto e soprattutto non mi sento di avere la verità esclusiva per poter giudicare gli altrui pensieri.
    Volevo solo chiederti, in questo ipotetico 50/50, tu a quale gruppo di senti di appartenere? Perchè, questo è un mio pensiero, se io mi sento fra il gruppo che sarà salvato, perche ho la supponenza di essere nel giusto (proprio come quel giovane che avvicinatosi a Gesù gli chiese “che cosa devo fare per entrare nel Regno di Dio) se non sarò salvato mi scatenerò contro il Creatore colpevole secondo me di una ingiustizia, se invece mi considero di quel gruppo che non sarà salvato, maledirò il Creatore per non avermi dato la possibilità di salvarsi ovvero di avere fatto una creazione imperfetta. Come vedi sono sempre io che devo decidere di lasciare tutto quello che c’è di terreno (beni materiali ma soprattutto false aspettative) e seguire Gesù nella propria interiorità, Lui è la strada Maestra, è solo Lui che ci fa riconoscere il Vero dal falso. il Cristo dai falsi profeti.
    Io credo che quando i pensieri, i sentimenti e le mie azioni sono congiunte nel “seguire Gesù” i falsi profeti sono le mie paure, le mie insicurezze, il mio egoismo che mi rattristano e mi fa chiudere la porta del cambiamento (per rientrare ad essere figli di Dio nel Suo Regno).
    Ti saluti e ti ringrazio per il tuo intervento.
    Ciao.
    Romeo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: