Skip to content

Voci del cuore

24 gennaio 2012

Non vorrei che mal si interpretasse l’ultimo mio commento del post riguardo le reti.

Sono sempre grata a chi condivide omelie e studi su argomenti che la Liturgia offre ogni domenica.

Quello che intendevo dire è che insieme alle voci ufficiali (che non sono mai da escludere e che sono sempre da tenere presente) mi pareva bello porre delle orecchie in ascolto alle voci del cuore di tante persone che spesso non hanno ascolto per il semplice motivo che non pare il caso di esternare le proprie riflessioni che pure sono – magari – un patrimonio prezioso di tutti.

La Carità è anche questo, le nostre riflessioni più intime sono fonte di Carità.

Ovvio che si rischia – magari – l’errore, ma credo anche sia meglio che l’errore venga fuori e con delicatezza venga corretto.

Le voce del cuore, quelle belle voci che parlano piano e che non fanno rumore, sono tutte da condividere perchè sono come le maglie della famosa rete tessuta intorno all’Umanità dal Pescatore di Dio con lo scopo di dare vita ai vivi.

Mi scuso se ho urtato qualcuno.

Annunci
7 commenti leave one →
  1. ROMEO permalink
    24 gennaio 2012 09:17

    Anna, noi dobbiamo ringraziare Gesù e lo Spirito Santo che si manifestano in modi diversi e si adattano al nostro carattere, tendono le loro reti d’Amore, per vedere se ci lasciamo prendere. Per la legge di attrazione è necessario che ci siano due poli che si attragono così hanno fatto gli apostoli, Gesù con il Verbo è entrato nei loro cuori e loro si sono fatti attrarre da questa rete che ti lascia libero. Questa rete è sempre presente possiamo entrarci quando vogliamo ed entrare nell’Amore di Gesù come possiamo anche uscirci perchè vogliamo ritornare nel mare degli interessi personali. I pesci coscienti sanno che se ritornano Fuori dalla rete finiranno in pasto di qualche altro pesce più grande o più furbo prima o poi e vivono costantemente nella paura. In Gesù, nella Sua rete, troveranno le risposte a tante domande che molti hanno etichettato come “Mistero” ma soprattutto troveranno parole di Vita, parafrasando le Parole del Vangelo.
    Vedi noi siamo come quei pesci a volte siamo attratti dal Verbo e ci lasciamo prendere dalla Parola di Gesù e allora tutto scorre liscio anche nei rapporti fra di noi poi il carattere interviene e qualcuno esce dalla rete salvo poi rientrare quando ci si accorge di aver sbagliato. Gesù è in continuo movimento e ci invita ad ascoltare non solo le stesse campane ci dice che se non riusciamo a fare una buona pesca buttiamo le nostre reti un pò più in là forse pescheremo qualcosa che non avevamo previsto con la nostra mente limitata e limitante e se qualcuno pesca qualcosa che non rientra nelle tuo attuale sentito non criticarlo perchè pochi istanti più tardi può succedere che tu dici le stesse cose con parole diverse ma con lo stesso contenuto.
    Questa non è una critica è una constatazione di quello che succede quotidianamente a me ed è rivolta principalemte a me e a tutti indistintamente.
    Grazie a tutti.
    Romeo.

    • lorenz permalink
      24 gennaio 2012 11:55

      Per quanto poco possa valere, Romeo, ci tengo a dirti che anch’io constato che la stessa cosa succede a me quotidianamente.

  2. 24 gennaio 2012 09:30

    «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre».

    Ecco un tipo di rete
    Ecco cosa intendevo
    Ecco da dove nasce quella bella voce del cuore … ed il cuore non mente mai, ma proprio mai.

  3. 24 gennaio 2012 21:26

    Romeo, in mezzo alle tante tue belle parole, ce n’è una che temidamente fa capolino,
    “scappa via” perchè non è quella che “tiene su” il discorso.
    La parolina è “mistero riferito – ovviamente – a Dio.
    E’ vero che molto non riusciamo a “svelarlo”, non ancora almeno; ma è altrettanto vero che viene svelato a poco a poco.
    Il mistero, invece, che c’è ed è veramente mistero è proprio quello che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni, è quello con cui condividiamo il nostro tempo: sto parlando dell’essere umano.

    E’ un grandissimo mistero, sia nel bene che nel male e – quello che è peggio – c’è poca intenzione a svelarlo, a svelarsi.
    Spesso mi sono ritrovata con la storica “bocca aperta” per reazioni assurde a cose di poco conto, oppure davanti a certe azioni di coraggio quasi disumane o anche di fronte a fedeltà in situazioni spaventose.

    Siamo dei misteri viventi, bellissimi e a volta bruttissimi.
    La cosa stupefacente è che solo la Parola di Dio (sia quella del Vangelo, sia quella che entra nel cuore) riesce a svelare l’essere umano generando quel diamante della misericordia … (che però non esclude la “cura”).

    Ecco perchè parlavo della voce del cuore, perchè è quell’ “ABC” per capirsi e capire.

    Lorenz,
    tutto vale, tutto è prezioso.

  4. ROMEO permalink
    25 gennaio 2012 08:59

    Sono contento che tu hai puntato sulla parola mistero che fra l’altro era virgolettata ma su certi argomenti un pò tabù per la maggior parte delle persone forse troppo “catechizzate” non si sa mai cosa si scatena ed allora è saggio buttare un seme e vedere cosa succede, se il seme muore e nasce vuol dire che ha trovato il terreno giusto.
    Grazie a te ed anche a Lorenz per il vostro commento.
    Ciao.
    Romeo

  5. 25 gennaio 2012 11:06

    Mah, sai Romeo, su questo argomento da una parte sono stata fortunata di aver incontrato dei bravissimi teologi e dall’altra (pure fortunata) di essere nata così – come dire – oggettiva (serenamente oggettiva).

    Non ho ingaggiato lotte sul “mistero”, anzi, ho accettato tutto quello “consolidato, ma non ho mai escluso la strumentalizzazione umana su questo termine che merita tutto il rispetto possibile.

    Mistero – secondo me – equivale a “sacro” ed è scritto che “tutto sarà rivelato” … quindi perchè mai liquidare pensieri è parole sotto l’etichetta “mistero”=non si capisce una mazza=ma chi se n’è frega

    Il problema grosso è che quello che non si rivela è il male (mica è scemo), il bene – invece – si rivela eccome … Che ci starebbe a fare altrimenti lo Spirito Santo?

    Ovvio che non è cosa immediata o scienza infusa tutta intera in un solo momento (non reggeremmo o peggio ancora lo strumentalizzeremmo), ma è certo che il “mistero” divino si rivela a poco a poco ed infonde un senso di essere alunni delle elementari.

    Ciao Romeo

  6. ROMEO permalink
    25 gennaio 2012 12:48

    Si Anna, è vero che il bene si rivela ma solo a chi ha orecchie per sentire, occhi per vedere, cuore per sentire e discernimento perchè il male si nasconde anche dietro ad una parvenza di bene e su questo Gesù ci dice di stare molto ma molto attenti. Con ciò non voglio dire che l’Amore, più che il bene, non sia grande ed immenso perchè è pure Misericordioso perchè il male senza energia divina non esisterebbe ma l’opportunità per il male di riconvertirsi e ritornare ad essere unità e non divisione c’è sempre e non solo per il ladrone di destra anche per il ladrone di sinistra.
    Tu ti definisci “fortunata” ed io ti auguro di aumentare la “fortuna” grazie alla tua ricerca.
    Grazie.
    Ciao.
    Romeo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: