Skip to content

Gratis

4 dicembre 2010

“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)

Parole sentite un miliardo di volte

Così tante volte che ne abbiamo perso – forse – il significato

… e qui non si parla di soldi (tutto sommato facile da dare) … no, no! Non si parla di soldi …

Annunci
3 commenti leave one →
  1. ROMEO permalink
    16 dicembre 2010 12:55

    No, non si tratta di soldi o almeno di solo soldi ma di una speciale energia che si chiama Amore questa è la moneta universale che però ha un difetto non viene accettata da tutti per questo bisogna imparare dal buon amministratore il quale investe senza paura ms con occulatezza ciò che ha ricevuto dal suo Padrone. Gesù stesso non sperperava energie per chi era sordo o cieco e che attendeva il minimo errore per accusarlo mentre a chi era predisposto ha donato la vista o l’udito e molto di più perchè come Lui dice “tutto ciò che è del Padre è mio ed Io lo dono a voi, perchè ho il potere di riprendere”.L’Opera di Gesù affidata poi agli apostoli (e per che vuole anche a noi) è proprio questo fondata sull’ unico vero comandamento fondato sull’ Amore con la A maiuscola da non confondere con l’altro amore o pseudo amore che si fonda sul possesso di un’ altra persona.
    Ciao a tutti.
    Romeo.

    • 16 dicembre 2010 14:16

      L’amARE è un soldo svalutato … non vale, non frutta, non serve … per molti.
      Per questo nessuno lo vuole, ma questo non impedisce di regalarlo.
      Non è un investimento nostro, ma è un investimento di Dio su di noi
      Noi siamo quelli che fanno “fruttare” questo soldo, noi attiviamo gli interessi, noi possiamo solo fare questo e lo facciamo – ridicolo davvero – spendendo questo soldo, regalandolo senza aspettarci successo o un grazie.

      Gesù non perdeva tempo in chiacchiere con chi non accettava questi doni, non perdeva tempo in discorsi super teologici, ma ascoltava e penava per il loro cuore indurito di chi pensa di conoscere Dio (noi, Gesù) e non ammette che qualcuno ne parli in modo … normale, naturale, come uno di famiglia.

      Ma non tutti coloro che hanno rifiutato il dono (al momento) hanno – poi – continuato a rifiutarlo.
      Qualcuno (molti forse) dopo qualche tempo si sono lasciati amare, sono diventati suoi discepoli, potenti nell’amare (San Paolo ne è un esempio).
      Neppure, quelli che – invece – hanno accolto subito il dono hanno saputo trasformarlo in dono di sé e … l’hanno tradito e venduto.
      Nulla è definitivo e nulla è scontato, tutto è possibile dentro un tempo che ci spiazza sempre.

      Il nostro concetto di “causa-effetto” non vale nella sua immediatezza con Dio, ma vale nella sua verità.

      Sai troppo spesso sento gente che dice di “amare sé stessi” facendo riferimento al comandamento “Ama il prossimo tuo COME te stesso”, ma non è così che funziona, c’è un COME che scompiglia tutto.

      Per capirlo basterebbe prendere questo comandamento al contrario e provarlo sulla propria pelle
      “ama te stesso, come tu ami il prossimo” … e se ne vedrebbero delle belle.

      Sul possesso, boh, anch’io l’ho sempre visto come un grosso errore, eppure potrebbe essere custodia dell’altro nella sua libertà … Si custodisce qualcosa che si “possiede”, ma non lo si ritiene “ad uso proprio” … si custodisce con amore lasciando libero … Ci può anche essere un aspetto positivo della parola … Credo ….

  2. ROMEO permalink
    17 dicembre 2010 08:07

    Si hai ragione Anna, hai fatto bene a completare con l’altra parte della medaglia che condivido pienamente.
    Grazie.
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: