Skip to content

Meravigliarsi

29 novembre 2010

“Ascoltandolo, Gesù si meravigliò” (Mt 8,10)

Che strano!

Il Vangelo del primo lunedì d’Avvento mette in luce due verbi:

ascoltare e meravigliarsi.

E’ quello che ha fatto Maria.

E’ quello che ha fatto Giuseppe.

E’ quello che facciamo anche noi … nei confronti:

  • della Parola di  Dio
  • del prossimo (anche il più improbabile)
  • di noi stessi (per scoprire ciò che non va e ciò che dovremmo dare)
  • del senso della nostra “attesa

Buon Avvento a tutti.

 


Annunci
3 commenti leave one →
  1. Nicodemo (di notte) permalink*
    29 novembre 2010 09:33

    Buon Avvento anche da parte mia.

  2. ROMEO permalink
    29 novembre 2010 14:27

    Mi aggiungo anch’io agli auguri di Buon Avvento a tutti.
    Che cosa deve Avvenire in me perchè il Natale porti dei Doni?
    Devo più che mai mettermi in cammino proprio come hanno fatto Maria e Giuseppe un lungo cammino che fortifichi la mia volontà affinchè sia pronta ad affrontare le difficoltà della vita, forticare certezze e distruggere i castelli costruiti sulla sabbia (illusioni, tradizioni, templi costruiti con la durezza dei nostri cuori) perchè il punto di partenza è la cellula immacolata che nasce e vive nel Cuore di ognuno di Noi. Questo è il Natale far Vivere il Gesù Bambino lodandoLo e presentando con la Buona volontà i miei tre buoni Frutti. Poco conta se non sono perfetto, Lui è Venuto per gli ammalati e che la mia anima ha messo disposizione sono che una grotta fredda e riscaldata dalla presenza dei tre regni (paglia e fieno/VEGETALE), (bue ed asinella/ANIMALE), (sasso/MINERALE) perchè quello che più importa a Gesù è la mia Buona Predisposizione ad Accoglierlo poi i Doni verranno di conseguenza e si moltiplicheranno ogni qual volta io mi adoperò a farLo crescere e difenderLo dalle Forze Avverse.
    Vorrei manifestare molti altri pensieri vivi in me, ma sento che è bene per me dosare e riflettere su quanto appena detto.Naturalmente chiedo a anche i Vs. pareri per poter condividere e/o analizzare anche altri punti di vista.
    Grazie.

  3. 29 novembre 2010 19:20

    Su questi 3 elementi della natura non ci avevo pensato, ma è molto bello … anche se qualche perfettino dice che non è vero che Gesù è nato in una capanna o non almeno come noi rappresentiamo la Natività.
    Ciò non toglie che io preferisco tenere la “nostra” versione (che unisce tutte le case) e puntare gli occhi sulle persone e anche sugli animali e su ogni esponente del regno della natura.
    Sono contenta che tu manifesti i tuoi pensieri … un blog è fatto per questo e ti prego di farlo.
    Di certo i 3 regni naturali sono anche i nostri 3 regni personali, di ognuno di noi: in noi c’è un po’ di tutto, nell’essere umano c’è davvero ogni elemento naturale.
    Quindi, mi piace pensare che tutto in noi stessi si inchina al Signore, intuisce Chi è, riconosce – direi – in modo sensibile ed inconfutabile … (anche se in molti casi non si sa dare il nome a questa potenza amorevole e mite).

    Sì, il Natale cambia dal di dentro ed i limiti, non solo diventano superabili per Grazia, ma addirittura viene infusa in noi il desiderio di oltrepassare questi limiti … un pochino per giorno, per attimo, per nano secondi.

    Qui si innesta l’atteggiamento di Gesù descritto nel Vangelo di oggi: ascoltare e meravigliarsi che non è immediatamente ed solamente nei riguardi del Signore e della Sua Parola, ma è anche nei riguardi del prossimo, degli altri che – spesso – strattonano e rubano da una piacevole postazione di adorazione.

    Tutti i personaggi del presepre hanno l’ascolto e la meraviglia, tutti coloro che attendevano il Messia erano in ascolto e pronti a meravigliarsi e – soprattutto – non ponevano come soggetto da ascoltare solo i professionisti della religione … No, si sono messi in ascolto del cuore, del cielo, di quel movimento che inizia sempre a spingere verso la luce.

    Non è un’attesa statica questa, non lo è davvero e proprio Maria e Giuseppe lo dimostrano nel loro muoversi verso l’altro e l’Altro.

    A noi manca proprio questa piccola cosa: ascolto (sincero e non solo quello che vogliamo sentire) e meraviglia (sgamati come siamo non ci meravigliamo più di nulla).

    Grazie Romeo e attendiamo (mi permetto di parlare anche da parte di Nicodemo) i tuoi pensieri … Iniziamo a donare i nostri pensieri che sono quelli di cui siamo più gelosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: