Skip to content

Santa Ester, regina

1 luglio 2010

Il 1 luglio si ricorda la regina Ester, la cui storia è presente nel libro della Bibbia che porta il suo nome.

L’eroina giudaica, che ha dato il nome ad uno dei libri sacri, “di belle forme e di aspetto avvenente”, alla morte dei genitori fu adottata dal cugino Mardocheo (Esth. 2, 7).
Erano entrambi della tribù di Beniamino e del casato di Cis. La loro famiglia fu tra quelle deportate nel 597. Mardocheo era nato in esilio, e il suo nome derivava da quello del dio Marduk; egli ebbe cura di Ester come della pupilla dei suoi occhi. Il re Serse I (Assuero: 485-465 a. C.), ripudiata Vasti, scelse Ester a sua donna favorita.
Allorché Aman, il potente ministro, ottenne il decreto per l’uccisione dei Giudei, Mardocheo, che aveva sempre vegliato su Ester, la esortò a presentarsi al re e a intercedere in favore dei suoi connazionali.
Ella, sebbene fosse proibito, sotto pena di morte, di accedere al re senza essere chiamati, si presentò a porgergli la sua supplica, dopo aver pregato e digiunato, invitandolo a pranzo. Accolta benevolmente, fu esaudita, quando, dopo il banchetto, svelò al re la malvagità di Aman.
Ester salvò così il suo popolo. Mardocheo, a ricordo del lieto evento istituì la festa dei Purim che veniva celebrata il 14 e 15 del mese di adhar.
Gli antichi martirologi latini celebrano la festa di Ester al 1 luglio: festum Hester reginae; il Canisio aggiunge, in tedesco, il seguente breve elogio: “Bella e fedele, che trasse e liberò, con l’aiuto di Mardocheo, da un immediato pericolo tutto il popolo giudaico” (fonte: Santi e beati).

Ester appare nella Bibbia come una donna di grande pietà, caratterizzata dalla sua fede, dal suo coraggio, dal suo patriottismo, dalla sua prudenza e dalla sua risolutezza. Ella è fedele ed obbediente a suo zio Mordechai e si appresta a compiere il suo dovere di rappresentare il popolo giudaico e di ottenerne la salvezza. Nella tradizione giudaica è vista come strumento della volontà di Dio per impedire la distruzione del popolo giudaico, per proteggerlo e per assicurargli la pace durante l’esilio (fonte Wikipedia).

Ester - The Dormition Church on Mount Zion in Jerusalem

(Foto presa da qui)

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Anna (da Nicodemo) permalink
    2 luglio 2010 00:23

    Caspita, che donna ti è stata messa in famiglia.
    Auguri alla piccola Ester.

  2. 18 luglio 2010 06:48

    Grazie, Nicodemo, sia per la presentazione di santa Ester, sia perchè ora so perchè avete scelto un tale nome per la piccola.
    Auguri! Tanino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: