Skip to content

“Da’ a chi ti chiede”

19 giugno 2010

Domenica 13.6.2010

E, volgendosi verso la donna, disse a Simone: «Vedi questa donna? Sono entrato in casa tua e tu non mi hai dato l’acqua per i piedi; lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. Tu non mi hai dato un bacio; lei invece, da quando sono entrato, non ha cessato di baciarmi i piedi. Tu non hai unto con olio il mio capo; lei invece mi ha cosparso i piedi di profumo. Per questo io ti dico: sono perdonati i suoi molti peccati, perché ha molto amato. Invece colui al quale si perdona poco, ama poco».

 Lunedì 14.6.2010

Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due.
Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle».

 Martedì 15.6.2010

Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti.
Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?
Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

 Mercoledì 16.6.2010

«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.

 Giovedì 17.06.2010

Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe».

 Venerdì 18.6.2010

«Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassìnano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassìnano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.
La lampada del corpo è l’occhio

 Sabato 19.6.2010

Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.
Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.
Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena».

 Domenica 20.6.2010

Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà».

 Queste sono alcune parti dei Vangeli da domenica scorsa a domani.

Non so se è evidente a tutti il loro significato e il loro collegamento che pare un percorso step by step … Gradatamente, adagio adagio si arriva a definire la vita del cristiano.

Ad occhio superficiale, soprattutto il Vangelo di domani, pare d’avere davanti a noi un Signore che mortifica la vita, che lascia in balia del prepotente, che non esclude persino la morte.

Ma è solo una visione superficiale che io stessa ho avvertito perché la radice, invece, lo scopo di tutto è esattamente il contrario.

C’è un amare questa vita intensamente ed amare il prossimo, ma per amare è fondamentale abbandonare un po’ i propri diritti o – quanto meno – non farli valere picchiando i pungi.

Non solo sarebbe inutile ed inutile spreco di energia e di tempo, ma ci ridurrebbe ad essere schiavi delle nostre stesse ragioni e ciò che abbiamo, le “cose” che abbiamo le riteniamo nostre e magari autori e fautori degli stessi.

Cedere a questa tentazione che è totalmente condivisibile e logica significherebbe perdere la lucidità, perdere la libertà e di saper vivere  dentro ad ogni genere di situazione, far fiorire la vita anche dentro situazioni non proprio belle.

 In queste parole di Gesù si  potrebbe leggere persino un lasciarsi sfruttare, ma in definitiva è un crescere nella libertà che – per assurdo che possa sembrare – riguarda il proprio io.

 Il Signore della vita è anche libertà assoluta da sé stessi e questa libertà non permette di accusare il colpo dello sfruttamento, torto, depauperamento, ecc.

 Chi viene privato dal “sé stesso ad oltranza” non conosce il significato di sfruttamento e torto o quant’altro.

Abbiamo solo una cosa da difendere, anzi una Persone, meglio sarebbe dire 3 Persone e difendere significa offrire questo bene e tutti i doni che ne conseguono.

E’ il caso storico ed inaudito del cristiano: determinati a tal punto, innamorati a tal punto che tutto perde significato ed importanza.

 …. E poi, chissà, magari gesti come questi sono i canali in cui Dio opera conversioni.

Buona domenica

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 20 giugno 2010 21:14

    Mi è piaciuto molto questo cammino!!!
    Buona domenica

  2. Nicodemo (di notte) permalink*
    22 giugno 2010 00:19

    E’ proprio un bel percorso quello che hai ben riassunto in questo articolo; abbiamo a disposizione, in un colpo d’occhio, tutta la settimana così come è stata illuminata dalla Parola di Dio.
    Bene !

    PS: si può avere la stessa cosa anche per le prossime settimane ? 😉

  3. Anna (da Nicodemo) permalink
    22 giugno 2010 07:14

    Penso di sì, Nicodemo, ma non so se farlo a posteriori o a priori.
    Il rischio del “a posteriori” è come
    cercare di prendere un treno che è passato
    quello “a priori” è
    mangiare un frutto acerbo

    Esiste anche il “pregio” del “a posteriori” che è
    rileggere ciò che è passato (magari non tanto bello) con una nuova prospettiva
    ed il pregio del “a priori” è
    🙂 come sperimentare dal vivo ciò che sentiamo spesso come teoria

    quindi …. 😦 non so che fare.

    Ma cercherò di farlo comunque …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: