Skip to content

Pilato (in cerca di AUTORE)

30 marzo 2010

(Puoi anche vedere il “sommario” delle puntate)

Eh! Figura complicata questa di Pilato. Figura un po’ troppo spesso “non considerata” o considerata come “sottofondo” alla Passione di Gesù.

Però, per parlare di Pilato, è anche necessario parlare di Claudia, sua moglie (che non è  “presente” nella Passione di Luca, ma che “storicamente” tutti hanno in testa).

Da una moglie così si può intuire che tipo d’uomo fosse Pilato … ma di questo ne parlerò dopo.

Duccio di Buoninsegna. Maestà (back, central panel): Jesus Before Pontius Pilate. 1308-11. Tempera on wood panel. Museo dell'Opera del Duomo, Siena, ItalyIeri, riascoltando la Passione secondo Luca, mi ha impressionato il triplice tentativo di Pilato di salvare Gesù, mi ha impressionato la sua insistenza e mi ha anche impressionato la sua – per un certo verso – capacità di svelare il vero motivo di questa “esecuzione” smascherando la falsità dei farisei.

Pilato è un uomo coraggioso, è capace di dire “in faccia” che sono tutte menzogne le accuse mosse a Gesù.

Pilato non teme gli anziani, i sommi sacerdoti, il Sinedrio … no, Pilato, li affronta e li smaschera.

Le parole usate da Luca sono “aggraziate” nel dire che Pilato stava accusando di menzogna degli uomini di fede, che si vantavano di possedere la Legge di Dio.

Pilato ha usato parole quasi infantili, quasi ingenue di chi non capisce la “macchinazione” che c’era sotto.

Probabilmente non si curava troppo di dei o di Dio, un uomo come tanti e come tutti, un uomo “in carriera” un po’ superficiale in materia di fede e di spiritualità, ma – comunque – anche lui, un uomo onesto, leale … anche se spesso sentiamo dire che l’atteggiamento di Pilato era fazioso, annoiato e più preoccupato di sé stesso che non di difendere un condannato ingiustamente.

No, direi che Pilato ha difeso lealmente la Legge di Roma, ha usato il suo potere per porre chiarezza, ha rispettato le competenze mandando Gesù da Erode.

Quindi … cosa è successo a Pilato? Siamo sicuri che la sua vita è continuata come prima dopo questa tragedia (che Luca chiama “spettacolo”)?

Pilato ha del buono nel suo cuore, Pilato rischia enormemente difendendo Gesù dagli accusatori e dalla folla, Pilato ha tentato di portare giustizia … ma non c’è stato nulla da fare.

Cosa poteva fare quando un popolo chiede la liberazione di un delinquente in cambio della morte di un innocente?

Qui ha ceduto Pilato, ha ceduto davanti alla follia senza senso di quelle persone che da Gesù aveva solo ricevuto del bene, ha ceduto davanti alla follia di una religione che  uccideva i profeti e si sarà detto: “ma che Dio è? Preferisco i miei dei.”

A Pilato sono tremate le fondamenta dello spirito e lui – tutto sommato – è stato vittima di scandali della fede (quegli scandali per il quale Gesù ha previsto un giudizio tremendo).

Pilato non crede in quella religione assassina, non può crederci ed ha preso tutto come “pericolo di un popolo fanatico” che (questo sì) avrebbe potuto creargli dei problemi con l’Imperatore … D’altra parte, Pilato era lì per questo, era lì per “tenere buono” il popolo e quindi … non poteva fare che accontentare questa gente fomentata da chi ben sappiamo.

Ma era un brav’uomo, anche lui in cerca d’Autore (che credo e spero abbia trovato).

Un brav’uomo che aveva una brava moglie che è corsa ad avvisare il marito che questo uomo di nome Gesù non era un uomo qualsiasi, ma era un uomo buono, giusto (e lasciamo stare che era Figlio di Dio perché loro non poteva saperlo).

A guardare Pilato e Claudia pare di vivere all’incontrario il Peccato Originale. Nel Paradiso Terrestre era Eva che suggeriva ad Adamo di andare contro la Legge di Dio, qui – invece – è la donna (Claudia/Eva) a tentare disperatamente di impedire al marito (Pilato/Adamo) di compiere un peccato, un omicidio come a tutti gli effetti è stato il Peccato Originale.

Di più, i sogni nella coppia Maria/Giuseppe erano tutti per Giuseppe/uomo ed invece qui sono tutti per Claudia/donna.

Strana cosa questa, davvero strana e quasi quasi riporta alla parità (tra uomo e donna)  la responsabilità del Peccato Originale.

No, Pilato con una moglie così attenta e così audace non poteva essere un uomo cattivo.

A Pilato hanno presentato Gesù come un sovversivo che aizzava il popolo contro Roma … e Pilato ha smentito tutto questo dando dei bugiardi ai santi (di nome) uomini del tempo.

A Pilato hanno detto che Gesù impediva di pagare i tributi a Cesare … ed era falso (e qui credo che Pilato si sia informato su quanto Gesù aveva detto a proposito del Tributo a Cesare)

A questo punto Pilato ha identificato l’accusa SOLO come accusa religiosa e quindi … NON DI SUA COMPETENZA … anzi, per tenere “calmi gli animi” (come era il motivo per cui lui era presente in quel Paese) doveva lasciare fare ben sapendo che era un omicidio legalizzato.

Bene, questa è la storia che tutti sappiamo, ma a me piace pensare che da quel giorno Pilato non è più stato lo stesso … Mi piace pensare a Claudia piangente e mi piace pensare a Pilato pentito per non essere stato capace di difendere un uomo innocente, di non essere stato capace di imporre il suo potere e rischiare di persona per difendere un innocente … Mi immagino il suo sgomento, il senso di colpa e l’angoscia … nonché un velo di ribrezzo …

Pilato di certo si sarà pentito e sarà cambiato profondamente perché ha sentito su di sé la superiorità di quest’uomo di nome Gesù che non temeva niente e che si poneva al di sopra di tutto.

Pilato – forse – ha trovato il suo Autore e sarà entrato in crisi – ad esempio – come è nel Vangelo secondo Giovanni quando chiede a Gesù “che cos’è la Verità?”

Ecco, l’unica colpa di Pilato è stato quello di “lavarsene le mani” e di reputarsi innocente per il sangue sparso di Gesù … la colpa di “lasciare fare agli altri”, la colpa di non “perdere la faccia” anche per la sola giustizia umana … la colpa di sempre, la nostra colpa (spesso quotidiana), ma anche questa colpa è stata perdonata dalla croce.

Pilato ha una sua funzione nel Vangelo (nessuna parola è casuale nel Vangelo) ed è quella di avvisarci di un pericolo sempre latente in noi.

Il potere non è solo  dei potenti, il potere può colpire anche un povero, un “nessuno” … e per questo potere si può fare davvero di tutto …

Ma su tutto poi scende il vero potere, quello del perdono di Dio, che mentre “lava dalla colpa” infonde – di nuovo – il sacro dubbio di aver sbagliato e – vestiti di questo dubbio – modificare sensibilmente e definitivamente la propria vita.

Voglio dire, noi cristiani – ad esempio – come ci comportiamo nelle guerre tra religioni? Come si comportano gli uomini di potere in queste guerre? … Esattamente come Pilato … quindi, per favore, un grazie anche a Pilato, una preghiera anche per lui e un grazie a sua moglie.

Ma sono convinta – ripeto – che anche Pilato – finalmente ha trovato il vero Autore della sua vita e magari tra un po’ salterà fuori da qualche ritrovamento archeologico che Pilato e Claudia sono poi diventati cristiani.

D’altra parte nessuno che si è avvicinato a Gesù è rimasto esattamente come era prima … nessuno, proprio nessuno.

E questo è per noi, per le nostre Eucarestie che – per quanto distratte possano essere – cambiano sensibilmente, silentemente e profondamente.

Credits:
Immagini presa da qui e da qui

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 31 marzo 2010 14:43

    Grazie per queste belle riflessioni.

    Nella Passione di Cristo, della beata Anna Katharina Emmerick, nelle visioni che ebbe della passione, si dice che Claudia fu avvertita in sogno di che cosa avesse fatto Gesù, e che con Pilato strette un patto, per cui lui avrebbe fatto il possibile per salvarlo. Si scambiarono un anello sigillo. E quando Claudia vide che le cose andavano male, ricordò a suo marito del loro patto.

    Poi Claudia donò dei teli di lino a Maria, con cui la Madre di Dio asciugò il sangue del Figlio sul luogo della flagellazione.

    Poi lei vide che, il giorno dopo la morte di Gesù, Claudia fuggì dal marito, lo abbandonò, e andò a rifugiarsi coi primi cristiani, e divenne molto legata a san Paolo.

Trackbacks

  1. Sei personaggi in cerca di AUTORE « Nicodemo (di notte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: