Skip to content

Domenica del perdono

14 febbraio 2010

Propongo, per intero, tutte le Letture che il Rito Ambrosiano propone oggi in questa domenica che è l’ingresso alla Quaresima.

DOMENICA ULTIMA DOPO L’EPIFANIA – detta “del perdono”

LETTURA
Lettura del libro del Siracide 18, 11-14

Il Signore è paziente verso di loro / ed effonde su di loro la sua misericordia. / Vede e sa che la loro sorte è penosa, / perciò abbonda nel perdono. La misericordia dell’uomo riguarda il suo prossimo, / la misericordia del Signore ogni essere vivente. / Egli rimprovera, corregge, ammaestra / e guida come un pastore il suo gregge. / Ha pietà di chi si lascia istruire / e di quanti sono zelanti per le sue decisioni.

SALMO
Sal 102

® Grande è la misericordia del Signore.
Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all’ira e grande nell’amore.
Non è in lite per sempre,
non rimane adirato in eterno. ®

Non ci tratta secondo i nostri peccati
e non ci ripaga secondo le nostre colpe.
Perché quanto il cielo è alto sulla terra,
così la sua misericordia è potente su quelli che lo temono. ®

Quanto dista l’oriente dall’occidente,
così egli allontana da noi le nostre colpe.
Come è tenero un padre verso i figli,
così il Signore è tenero verso quelli che lo temono. ®

EPISTOLA
Seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi 2, 5-11

Fratelli, se qualcuno mi ha rattristato, non ha rattristato me soltanto, ma, in parte almeno, senza esagerare, tutti voi. Per quel tale però è già sufficiente il castigo che gli è venuto dalla maggior parte di voi, cosicché voi dovreste piuttosto usargli benevolenza e confortarlo, perché egli non soccomba sotto un dolore troppo forte. Vi esorto quindi a far prevalere nei suoi riguardi la carità; e anche per questo vi ho scritto, per mettere alla prova il vostro comportamento, se siete obbedienti in tutto. A chi voi perdonate, perdono anch’io; perché ciò che io ho perdonato, se pure ebbi qualcosa da perdonare, l’ho fatto per voi, davanti a Cristo, per non cadere sotto il potere di Satana, di cui non ignoriamo le intenzioni.

VANGELO
Lettura del Vangelo secondo Luca 19, 1-10

In quel tempo. Il Signore Gesù entrò nella città di Gerico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là. Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!». Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto». Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».

==================================

La maggior parte degli italiani sentirà le Letture in Rito Romano, ma queste del Rito Ambrosiano … bé … sono indicatissime per indossare la pelle nuova (o se si preferisce, cambiare il cuore) per entrare in quella “festa” che dura 40 giorni, quel “banchetto” che dura 40 giorni per il quale è richiesto un “abito adatto”.

Non ci sarà nessuna conversione di cuore se non riuscirò a perdonare e perdonare tutto, non ci sarà nessuna Pasqua, nessuna Luce nuova, nessuna vita se non riuscirò a perdonare.

E non capirò fino in fondo il significato di questi luminosissimi 40 giorni se oltre al perdono sarò capace di ricominciare tutto, riallacciare tutto.

Posso avere tutte le ragioni di questa terra  e di tutto il Cielo, ma il perdono va comunque accordato (non solo donato, ma proprio accordato) … esattamente come Gesù sulla Croce.

Sono fermamente convinta che la Quaresima sia quel periodo che va dal tradimento che Gesù ha “accusato” alla Sua morte, un periodo che ha conosciuto il perdono per eccellenza, il perdono perfetto.

Si inizia dalla Croce per arrivare alla Resurrezione, la Passione inizia il 1° giorno di Quaresima … ma di certo è una passione d’amore.

La conversione è una conversione d’amore gratuito … almeno per me.

E le Beatitudini che domani sentiremo nel Vangelo in Rito Romano iniziano con questa frase:

“Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva …”

Strano vero? Una folla immensa e Gesù che parla delle Beatitudini guardando i Suoi discepoli.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Nicodemo (di notte) permalink*
    14 febbraio 2010 19:18

    Dietro ai discepoli ci sono io, ci siamo noi tutti, belli e brutti, buoni e cattivi, poveri e ricchi.
    La parola di Dio è rivolta a tutti.

  2. Nicodemo (di notte) permalink*
    14 febbraio 2010 19:21

    Con questa domenica del perdono si sente già il profumo di Quaresima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: